Franchising Ristoranti e Franchising Food, come aprire un'attività nella ristorazione

Passione e sacrificio sono le due parole che meglio descrivono un'attività nel settore della ristorazione, infatti occorre avere, oltre al capitale necessario, anche idee chiare, un buon rapporto con la contabilità e voglia di lavorare senza riserve.

Bisogna trovare il posto giusto, rivolgersi alla clientela giusta, con prodotti giusti ad un prezzo giusto. In più bisogna avere rapporti con diversi fornitori, scadenzare i pagamenti, avere rapporti con i clienti e con i propri collaboratori, tutte cose che mettono fortemente alla prova tutte le qualità professionali e caratteriali dell'imprenditore.

Esperienza nel settore sarebbe preferibile ma non essenziale, infatti molti franchising supportano l'affiliato con dei corsi di start up e di aggiornamento.

Quanto costa aprire un ristorante? L'investimento iniziale per aprire un ristorante non sarà inferiore ai 90.000 euro.

Di seguito presentiamo i migliori marchi che offrono l'opportunità di aprire un attività nel settore food in franchising; sotto trovare i requisiti e l'iter per aprire un ristorante.

Puoi scegliere tra 5 marchi

Franchising Bio.it -

Bio.it

Franchising Ristorazione Biologica

Inv minimo: € 326,500

Franchising Chicken N Chicken -

Chicken N Chicken

Franchising Fast Food

Inv minimo: € 120,000

Franchising SUD -

SUD

Franchising Osterie

Inv minimo: € 15,000

Franchising Tacos & Beer -

Tacos & Beer

Franchising Street Food Messicano

Inv minimo: € 45,000

Franchising Tavernacolo -

Tavernacolo

Franchising Enoteche e Vini Sfusi

Inv minimo: € 10,000

Requisiti per aprire un ristorante

  • autorizzazione sanitaria per avvio attiività;
  • Dichiarare al Comune di essere in possesso dei requisiti necessari, ovvero:
    - obblighi scolastici assolti;
    - essere maggiorenni;
    - aver frequentato con esito positivo il corso SAB oppure aver frequentato la scuola alberghiera o altri corsi professionali riguardanti l’attività di somministrazione alimenti;
    - aver superaro l'esame per l'iscrizione alla camera di commercio.
  • Verificare che il locale prescelto possa ricevere l'autorizzazione comunale per avvio attività di ristorazione.