Franchising Alimentari e Franchising Celiachia, come aprire un alimentari in franchising

Franchising Alimentare: aprire un negozio di alimenti, prodotti biologici e prodotti tipici è business molto diffuso. La grande distribuzione ha portato la riduzione di queste attività e quelle che sono rimaste hanno dovuto puntare sulla qualità e sull'eccellenza del servizio.
Da qui la nascita di numerosi brand in franchising che curano il concept del negozio e la qualità dei prodotti.
Avrete quindi la possibilità di aprire una boutique nel settore food scegliendo tra le varie nicchie: prodotti tipici, alimento biologici e biodinamici, alimenti di lusso ecc..

Franchising Celiachia: La celiachia è un intolleranza permanente al glutine e si stima che in italia vi siano oltre 100.000 soggetti ai quali è stata diagnosticata. L'aumento dell'attenzione verso i celiaci ha visto nascere dei negozi specializzati per la vendita di prodotti alimentari per soggetti intolleranti.

Di seguito presentiamo i migliori marchi in franchising che permettono un negozio per celiaci o un supermarket alimentare.

Puoi scegliere tra 3 marchi

Franchising 101CAFFE' -

101CAFFE'

Franchising Caffè

Inv minimo: € 19,800

Franchising Click Cafè -

Click Cafè

Franchising Caffé

Inv minimo: € 10,000

Franchising Tavernacolo -

Tavernacolo

Franchising Enoteche e Vini Sfusi

Inv minimo: € 10,000

I requisiti e l'iter per aprire un negozio per la vendita di alimenti o di prodotti per celiaci

  • Trovare un locale di affitto o di proprietà (contattare il franchisor di proprio interesse per conoscere la metratura richiesta);
  • Apertura partita IVA come ditta individuale o in forma societaria(commercialista);
  • Iscrizione nel registro delle imprese presso la camera di commercio;
  • Conseguire l'attestato di idoneità al commercio alimentare tramite apposito corso organizzato da enti pubblici quali la camera di commercio, la Confesercenti ecc. o da enti privati appaltati. Alternativamente aver lavorato per almeno due anni negli ultimi cinque nel settore alimentare come addetto alla vendita e/o produzione;
  • Denuncia al comune di avvio attività;