FRANCHISING

Il franchising indica un contratto tra imprenditori per mezzo del quale uno, “franchisor”, concede all’altro, “franchisee”, il diritto di esercitare un’attività di prestazione di servizi, produzione di beni o rivendita di prodotti, utilizzando il marchio franchising e l’insegna del franchisor.

I benefici per il franchisee risiedono nella possibilità di realizzare una propria impresa commerciale parte di una catena di distribuzione già collaudata, dove il rischio di insuccesso è limitato. Dall’altro canto il franchisor riesce con lo sviluppo della sua rete di affiliati a penetrare nuovi mercati, senza dover effettuare investimenti diretti.

Seppur siano passati anni dalla nascita del franchising i suoi elementi caratteristici sono ancora immutati, segno della validità dello strumento, possiamo considerare il contratto franchising un accordo in cui:
a) ad una parte, il franchisee, è concessa una licenza per l’utilizzo del marchio o di qualsiasi altro simbolo commerciale del franchisor;
b) il franchisee opera in base ad un piano di marketing prescritto in gran parte dal franchisor;
c) vi è comunione di interessi nella commercializzazione di beni o servizi;
d) al franchisee è imposto di pagare, direttamente o indirettamente, una quota di ingresso.

franchising

 

In conclusione, tra i vari tentativi compiuti, sia negli Stati Uniti che in Europa, una definizione onnicomprensiva per intendere il franchising è quella che considera questa formula come quel sistema di collaborazione tra un produttore di beni o di servizi ed un distributore, giuridicamente ed economicamente indipendenti l’uno dall’altro, ma vincolati da un contratto, in virtù del quale il primo concede al secondo la facoltà di entrare a far parte della propria catena di distribuzione, con il diritto di sfruttare, a determinate condizioni e dietro il pagamento di una somma di denaro, brevetti, marchi, nome, insegna, o addirittura anche una semplice formula o segreto commerciale a lui appartenente. Inoltre, mentre il primo si obbliga a certi rifornimenti di beni o servizi, il secondo si obbliga a conformarsi ad una serie di comportamenti prefissati dal primo.